Servizi nati dall’ attenta programmazione del lavoro, dal confronto dei risultati ottenuti, dallo spirito di condivisione.

Servizi nati dai bisogni diretti dei cittadini, progetti che la cooperativa porta avanti in tutti i settori di interesse.

Servizi fortemente radicati nel territorio in cui si realizzano e che contribuiscono al benessere della collettività che vi abita.

0% di donne nel 2015
0% di posti di lavoro in più rispetto al 2014
0% lavoratori svantaggiati

IL LAVORO CHE CREIAMO OGNI GIORNO

In seguito alle recenti fusioni ed all’attivazione di nuovi settori di attività, il numero dei dipendenti della cooperativa è cresciuto progressivamente negli ultimi anni. Sono sempre più numerose le opportunità di lavoro offerte.

Leggi tutto

CHI SIAMO

La cooperativa di solidarietà sociale L’Ovile da sempre si pone come obiettivo primario la proposta di percorsi riabilitativi a persone in stato di bisogno o disagio attraverso l’accoglienza e l’inserimento lavorativo.

Leggi tutto
pulizie

News

A MANCASALE APRE I-LAB

12 maggio 2017
Il 2 maggio ha aperto i battenti a Mancasale il nuovo Centro socio-occupazionale I-LAB. Si tratta del primo progetto realizzato dal Gruppo Cooperativo “Articolo 4” costituito dalle cooperative L’Ovile, Coress e Anemos per la gestione a livello provinciale dei Centri socio-occupazionali. I-LAB nasce come importante centro di osservazione e valutazione. Per gli ospiti è infatti prevista una permanenza nel Centro che possiamo definire breve. In 6 -12 mesi di contatto quotidiano il terapista occupazionale del Centro ha la possibilità di raccogliere importanti informazioni che, condivise con i servizi socio sanitari di AUSL, portano alla definizione del progetto educativo specifico e consentono di individuare quale dei diversi centri socio-occupazionali del Gruppo, per caratteristiche di utenti e attività, meglio risponde alle esigenze del progetto stesso. Oggi I-LAB accoglie 14 persone provenienti dal Centro della ex Cooperativa Il Fiore. Terminato il loro percorso nuovi utenti, anche provenienti da altri Centri, verranno inseriti per la necessità emersa di rivedere il loro progetto educativo. I-LAB esprime appieno la nostra idea di cooperazione sociale che centra il proprio agire sull’accompagnamento dei più fragili verso il benessere e l’autonomia.

ALLA PANIZZI ARRIVANO GLI INBOOK

12 maggio 2017
Il 20 maggio alle ore 11, in occasione di Reggionarra 2017, la Biblioteca Panizzi riceverà 80 inbook, libri speciali che il nostro Socio-Occupazionale Nessuno Escluso in Polveriera e il Socio-Occupazionale CTO della Cooperativa Anemos hanno assemblato ovvero stampato, plastificato e rilegato. Gli 8 titoli in 10 copie ciascuno verranno donati alla biblioteca per essere così disponibili agli utenti. Gli inbook sono libri speciali perchè sono libri illustrati per bambini e ragazzi che sono stati tradotti in simboli della CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa). Questi simboli hanno lo scopo di facilitare l’ascolto della lettura ad alta voce. I libri sono stati tradotti e realizzati dall’associazione GIS (www.gis-genitoriperinclusionesociale.it), nell’ambito del Corso di formazione per traduttori di libri in simboli. Cosa è la CAA Per CAA si intende l’insieme di conoscenze, di tecniche, di strategie e di tecnologie che è possibile attivare per facilitare la comunicazione con persone che presentano una carenza/assenza temporanea o permanente nella comunicazione verbale. L’aggettivo “Aumentativa” sta ad indicare come le modalità di comunicazione utilizzate siano tese non a sostituire ma ad accrescere la comunicazione naturale. Il termine “Alternativa” intende tutto ciò che è alternativo alla parola, cioè codici sostitutivi al sistema alfabetico quali: figure, disegni, fotografie, simboli, etc. La CAA non è una tecnica, ma un approccio da utilizzare in tutti i momenti e luoghi della vita della persona: la comunicazione infatti deve poter avvenire ogniqualvolta ne sorga la necessità. Quali sono le caratteristiche di un inbook Il modello inbook è curato dal Centro Studi lnbook (www.csinbook.eu ), che ne è garante della coerenza e dello sviluppo. È caratterizzato da: Fedeltà al ritmo narrativo e al dialogo fra testo e immagini del libro originale Sistema simbolico dotato di regole di composizione che include la scrittura in simboli dell’intera frase (compresi articoli , pronomi, congiunzioni…) Rappresentazione multimodale: ciascun simbolo è composto da un elemento grafico e da un elemento alfabetico in stampato minuscolo, posto nella parte superiore. Entrambi sono inseriti in un riquadro che da’ visivamente unità ai due elementi Simboli in bianco e nero, come consuetudine nei testi Utilizzo del modeling per la lettura: durante la lettura i simboli vengono indicati uno ad uno, facendo attenzione a non coprire con il dito né l’immagine nè la parola, e mantenendo velocità e ritmo della narrazione. In questo modo si aggiunge all’ascolto la presenza del simbolo associato alla parola letta e chi ascolta può seguire più facilmente il testo. Puoi trovare esempi video di lettura con il modeling nel sito del Centro Studi lnbook. http://www.reggionarra.it/

VOTA IL PROGETTO “OPIFICIO POLVERIERA”

12 maggio 2017
VOTA IL PROGETTO! – apri il link – scegli di aprire la pagina con Chrome o Safari – trova il pulsante “Vota Progetto” in fondo alla pagina. – se sei utente scegli “vota tramite facebook” e metti mi piace alla pagina Renner Italia, ci darai 3 punti !!! – altrimenti digita il tuo numero di cellulare e scrivi il pin che ti verrà inviato via SMS. VOTA VOTA VOTA Il progetto vincitore si aggiudica 15.000 euro http://renneritalia.com/la-buona-vernice/bvv-progetto/opificio-polveriera-laboratori-artigianali-per-uneconomia-inclusiva-e-circolare/ Il nome del progetto è OPIFICIO POLVERIERA. LABORATORI ARTIGIANALI PER UN’ECONOMIA INCLUSIVA E CIRCOLARE. “Opificio Polveriera” è il laboratorio artigianale ispirato al riuso e al bello che L’Ovile ha attivato in Polveriera, coinvolgendo gli ospiti del centro socio-occupazionale Nessuno Escluso e giovani donne vittime della tratta.  “Opificio Polveriera” ospiterà uno spazio per l’esposizione e la vendita dei prodotti creati dai laboratori artigianali e di arredi ed oggettistica in legno realizzati da detenuti del carcere di Reggio Emilia, coordinati da L’Ovile. Questo spazio espositivo contribuisce a promuovere una cultura dell’inclusione nella comunità locale e a dare sostenibilità economica al progetto.

SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO, DUE POSTI DISPONIBILI

20 aprile 2017
L’Ovile Cooperativa Sociale offre a 2 volontari l’opportunità di partecipare al progetto “STORIE DI ACCOGLIENZA: IO, LA COMUNITA’, I MIGRANTI” Il progetto intende favorire l’inclusione nella comunità locale di persone richiedenti asilo, promuovendo esperienze concrete di incontro tra chi accoglie e chi è accolto e condividendo storie di vita, aspettative e paure. I percorsi finalizzati all’inclusione di soggetti fragili si scontrano non solo con le difficoltà e le insicurezze dei destinatari, ma anche con i pregiudizi e le fragilità di una intera comunità. E’ importante promuovere un processo culturale tra i cittadini sul territorio affinché possano percepire i richiedenti asilo come persone impegnate in un percorso complesso, tanto più positivo quanto più supportato dal contesto. I ragazzi in Servizio Civile, in collaborazione con gli operatori de L’Ovile, saranno impegnati a creare le condizioni in cui la comunità possa cogliere le persone richiedenti asilo sotto un’altra luce, superando diffidenze e paure e garantendo a pieno il rispetto dei diritti umani di queste persone. I ragazzi contribuiranno ad attivare situazioni protette in cui la comunità possa avvicinarsi all’esperienza della migrazione con una nuova sensibilità e una nuova disponibilità all’accoglienza. Il Servizio Civile Regionale è una opportunità per: cittadini italiani, ai cittadini comunitari e ai cittadini stranieri (già residenti o domiciliati in Italia e in regola con la vigente normativa per il soggiorno in Italia, ad esclusione dei permessi di soggiorno di durata inferiore ai 12 mesi) giovani di età compresa tra i 18 – 29 anni. Il servizio dura 11 mesi, min 12 ore alla settimana o 1100 ore annue suddivise in 5 giorni. Il compenso mensile è di 360 euro. In ragione della complessità delle attività all’interno degli appartamenti, ai volontari sarà richiesto di essere disponibili con: un orario flessibile, fatte salve le disposizioni di legge; una presenza sporadica nei giorni festivi; la guida dei mezzi in uso alla Cooperativa o, eventualmente, di proprietà. Per info rivolgersi a: – Cooperativa L’Ovile, Elena Frascaroli, tel. 0522.271736, e‐mail: efrascaroli@ovile.net – Consorzio Oscar Romero, Fabio Davolio, tel. 0522.440981 e‐mail:; scv@consorzioromero.org, oppure www.serviziocivile.coop Modalità di presentazione delle domande – scarica il bando e gli allegati dal sito www.serviziocivilevolontario.re.it – compila la domanda secondo il modello dell’Allegato II attenendoti scrupolosamente alle istruzioni; – allega fotocopia di documento di identità personale valido; – allega la scheda di cui all’Allegato III; – presenta le domande al Consorzio Romero scegliendo una delle seguenti modalità: 1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) a consorziooscarromero@pec.it, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf; 2) a mezzo “raccomandata A/R”; 3) consegnate a mano presso la sede del Consorzio (Via Terrachini 18, Reggio Emilia). C’E’ TEMPO FINO AL 15 MAGGIO 2017, ore 14.00 SCARICA E STAMPA IL VOLANTINO

NESSUNO ESCLUSO ARRIVA IN POLVERIERA

12 aprile 2017
Il 22 marzo scorso non è certo stata una giornata come tante per il Nessuno Escluso, il Socio Occupazionale de L’Ovile. Dopo tanta attesa ha finalmente lasciato Mancasale e fatto il suo ingresso ufficiale nei nuovi spazi alla Polveriera. Sono spazi ancora in progress, per ora ancora provvisori, ma presto saranno riempiti e arredati con i mobili che il laboratorio di falegnameria Semiliberi sta realizzando appositamente per rispondere alle esigenze e finalità del servizio e delle tante attività che verranno svolte. Ciononostante il trasloco e una piccola inaugurazione sono stati fatti e l’emozione è stata tanta per tutti, anche troppa! Negli spazi in Polveriera destinati a L’Ovile sarà presente anche un ufficio, il laboratorio di sartoria e un nuovo punto vendita di KLab, un laboratorio diversamente creativo molto speciale, che sviluppa progetti di comunicazione e design di alto profilo attraverso le capacità inaspettate di ragazzi diversamente abili. Prossimamente l’inaugurazione ufficiale!

L’ECOCREATIVO VOLA A BARCELLONA

12 aprile 2017
A spingerci nella penisola iberica è il 10° Festival del Libro d’artista e della Piccola Edizione, l’iniziativa prevista per il 23 aprile e realizzata dall’Associazione culturale ILDE con la collaborazione della Municipalità di Barcellona. Elisa Pellacani, che da diversi mesi tiene con i ragazzi dell’Ecocreativo dei laboratori di creazione di libri d’artista, è tra gli organizzatori del festival. Elena Sofia Paoli e Annamaria Siligardi dell’Ecocreativo porteranno al festival/fiera del libro la testimonianza della nostra realtà e racconteranno il socio-occupazionale attraverso alcuni oggetti tra cui il libro collettivo “Il gira libro” realizzato a tiratura limitata e risultato del progetto con la Pellacani e creato in atelier. Oltre a “Il gira libro” ci saranno anche tanti altri oggetti artigianali sempre di nostra produzione. La nostra presenza alla Fiera spagnola ha lo scopo di valorizzazione il lavoro svolto in atelier dai ragazzi dandogli nuova e ampia visibilità, creare opportunità di scambi culturali sul tema dell’artigianato artistico realizzato da disabili, incontrare e conoscere altre realtà internazionali simili alla nostra e, perché no, vendere gli oggetti di nostra produzione.