Servizi nati dall’ attenta programmazione del lavoro, dal confronto dei risultati ottenuti, dallo spirito di condivisione.

Servizi fortemente radicati nel territorio in cui si realizzano e che contribuiscono al benessere della collettività che vi abita.

Servizi nati dai bisogni diretti dei cittadini, progetti che la cooperativa porta avanti in tutti i settori di interesse.

0% di donne nel 2015
0% di posti di lavoro in più rispetto al 2014
0% lavoratori svantaggiati

IL LAVORO CHE CREIAMO OGNI GIORNO

In seguito alle recenti fusioni ed all’attivazione di nuovi settori di attività, il numero dei dipendenti della cooperativa è cresciuto progressivamente negli ultimi anni. Sono sempre più numerose le opportunità di lavoro offerte.

Leggi tutto

CHI SIAMO

La cooperativa di solidarietà sociale L’Ovile da sempre si pone come obiettivo primario la proposta di percorsi riabilitativi a persone in stato di bisogno o disagio attraverso l’accoglienza e l’inserimento lavorativo.

Leggi tutto
pulizie

News

SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO, DUE POSTI DISPONIBILI

20 aprile 2017
L’Ovile Cooperativa Sociale offre a 2 volontari l’opportunità di partecipare al progetto “STORIE DI ACCOGLIENZA: IO, LA COMUNITA’, I MIGRANTI” Il progetto intende favorire l’inclusione nella comunità locale di persone richiedenti asilo, promuovendo esperienze concrete di incontro tra chi accoglie e chi è accolto e condividendo storie di vita, aspettative e paure. I percorsi finalizzati all’inclusione di soggetti fragili si scontrano non solo con le difficoltà e le insicurezze dei destinatari, ma anche con i pregiudizi e le fragilità di una intera comunità. E’ importante promuovere un processo culturale tra i cittadini sul territorio affinché possano percepire i richiedenti asilo come persone impegnate in un percorso complesso, tanto più positivo quanto più supportato dal contesto. I ragazzi in Servizio Civile, in collaborazione con gli operatori de L’Ovile, saranno impegnati a creare le condizioni in cui la comunità possa cogliere le persone richiedenti asilo sotto un’altra luce, superando diffidenze e paure e garantendo a pieno il rispetto dei diritti umani di queste persone. I ragazzi contribuiranno ad attivare situazioni protette in cui la comunità possa avvicinarsi all’esperienza della migrazione con una nuova sensibilità e una nuova disponibilità all’accoglienza. Il Servizio Civile Regionale è una opportunità per: cittadini italiani, ai cittadini comunitari e ai cittadini stranieri (già residenti o domiciliati in Italia e in regola con la vigente normativa per il soggiorno in Italia, ad esclusione dei permessi di soggiorno di durata inferiore ai 12 mesi) giovani di età compresa tra i 18 – 29 anni. Il servizio dura 11 mesi, min 12 ore alla settimana o 1100 ore annue suddivise in 5 giorni. Il compenso mensile è di 360 euro. In ragione della complessità delle attività all’interno degli appartamenti, ai volontari sarà richiesto di essere disponibili con: un orario flessibile, fatte salve le disposizioni di legge; una presenza sporadica nei giorni festivi; la guida dei mezzi in uso alla Cooperativa o, eventualmente, di proprietà. Per info rivolgersi a: – Cooperativa L’Ovile, Elena Frascaroli, tel. 0522.271736, e‐mail: efrascaroli@ovile.net – Consorzio Oscar Romero, Fabio Davolio, tel. 0522.440981 e‐mail:; scv@consorzioromero.org, oppure www.serviziocivile.coop Modalità di presentazione delle domande – scarica il bando e gli allegati dal sito www.serviziocivilevolontario.re.it – compila la domanda secondo il modello dell’Allegato II attenendoti scrupolosamente alle istruzioni; – allega fotocopia di documento di identità personale valido; – allega la scheda di cui all’Allegato III; – presenta le domande al Consorzio Romero scegliendo una delle seguenti modalità: 1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) a consorziooscarromero@pec.it, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf; 2) a mezzo “raccomandata A/R”; 3) consegnate a mano presso la sede del Consorzio (Via Terrachini 18, Reggio Emilia). C’E’ TEMPO FINO AL 15 MAGGIO 2017, ore 14.00 SCARICA E STAMPA IL VOLANTINO

NESSUNO ESCLUSO ARRIVA IN POLVERIERA

12 aprile 2017
Il 22 marzo scorso non è certo stata una giornata come tante per il Nessuno Escluso, il Socio Occupazionale de L’Ovile. Dopo tanta attesa ha finalmente lasciato Mancasale e fatto il suo ingresso ufficiale nei nuovi spazi alla Polveriera. Sono spazi ancora in progress, per ora ancora provvisori, ma presto saranno riempiti e arredati con i mobili che il laboratorio di falegnameria Semiliberi sta realizzando appositamente per rispondere alle esigenze e finalità del servizio e delle tante attività che verranno svolte. Ciononostante il trasloco e una piccola inaugurazione sono stati fatti e l’emozione è stata tanta per tutti, anche troppa! Negli spazi in Polveriera destinati a L’Ovile sarà presente anche un ufficio, il laboratorio di sartoria e un nuovo punto vendita di KLab, un laboratorio diversamente creativo molto speciale, che sviluppa progetti di comunicazione e design di alto profilo attraverso le capacità inaspettate di ragazzi diversamente abili. Prossimamente l’inaugurazione ufficiale!

L’ECOCREATIVO VOLA A BARCELLONA

12 aprile 2017
A spingerci nella penisola iberica è il 10° Festival del Libro d’artista e della Piccola Edizione, l’iniziativa prevista per il 23 aprile e realizzata dall’Associazione culturale ILDE con la collaborazione della Municipalità di Barcellona. Elisa Pellacani, che da diversi mesi tiene con i ragazzi dell’Ecocreativo dei laboratori di creazione di libri d’artista, è tra gli organizzatori del festival. Elena Sofia Paoli e Annamaria Siligardi dell’Ecocreativo porteranno al festival/fiera del libro la testimonianza della nostra realtà e racconteranno il socio-occupazionale attraverso alcuni oggetti tra cui il libro collettivo “Il gira libro” realizzato a tiratura limitata e risultato del progetto con la Pellacani e creato in atelier. Oltre a “Il gira libro” ci saranno anche tanti altri oggetti artigianali sempre di nostra produzione. La nostra presenza alla Fiera spagnola ha lo scopo di valorizzazione il lavoro svolto in atelier dai ragazzi dandogli nuova e ampia visibilità, creare opportunità di scambi culturali sul tema dell’artigianato artistico realizzato da disabili, incontrare e conoscere altre realtà internazionali simili alla nostra e, perché no, vendere gli oggetti di nostra produzione.

“EDUCATE” FA TAPPA A REGGIO EMILIA

12 aprile 2017
Dal 27 al 31 marzo 20 educatori, psicologi, insegnanti e assistenti sociali provenienti da Italia, Grecia, Portogallo, Spagna e Romania, che lavorano a stretto contatto con il reinserimento dei detenuti, hanno partecipato all’attività di formazione organizzata da L’Ovile a Reggio Emilia nell’ambito del progetto “EDUCATE: Educators for inclusive and effective reintegration for inmates” (Erasmus+ Key Action 2). Durante la sessione formativa sono stati presentati il sistema penitenziario italiano e il sistema penitenziario greco, dando ai partecipanti l’opportunità di iniziare a confrontare le somiglianze e le differenze tra i diversi contesti nazionali. Nel corso della settimana il gruppo ha poi fatto visita al penitenziario di Reggio Emilia, al Museo di Psichiatria, al Gruppo-Appartamento Don Dino Torreggiani – una struttura residenziale per misure alternative alla detenzione gestita da L’Ovile – e ha seguito le presentazioni di professionisti che lavorano sui campi di giustizia, l’istruzione e la Pedagogia. Queste esperienze hanno offerto spunti ai partecipanti per discutere, nel corso di un workshop interattivo, il profilo delle competenze dell’educatore e le iniziative finalizzate allo sviluppo delle competenze del detenuto e al miglioramento della sua integrazione nella società. Il gruppo intende rendere Educate un importante punto di riferimento per il dibattito sui vantaggi, sul piano socio-economico ed individuale, di una reintegrazione efficace e inclusiva del detenuto e sui fattori che potenzialmente ostacolano risultati positivi. Il processo di scambio si propone di migliorare il profilo personale delle organizzazioni coinvolte, promuovendo la consapevolezza di sé e l’aumento, da un punto di vista qualitativo e quantitativo, delle competenze degli educatori che lavorano nelle carceri e nelle strutture per le misure penali alternative alla detenzione. www.educateproject.eu

SEMILIBERI TORNA IN PIAZZA FONTANESI

12 aprile 2017
Sabato 1° aprile ha rifatto la sua comparsa al mercato contadino di Piazza Fontanesi il nostro banco dei Semiliberi, il progetto della Cooperativa realizzato in collaborazione con l’amministrazione penitenziaria che ha lo scopo di costruire, attraverso il lavoro, percorsi di reinserimento sociale dal carcere. Nel progetto sono coinvolti alcuni detenuti a fine pena nella coltivazione di tre ettari di terreno all’interno del carcere. Il raccolto viene quindi venduto al mercato contadino del sabato a Reggio Emilia o viene utilizzato per la produzione di marmellate e conserve. Oltre a Semiliberi agricolo il progetto è composto anche da Semiliberi falegnameria, un laboratorio di lavorazione del legno all’interno delle mura del carcere, dove è nato il nuovo arredo del banco del Sabato. Un ritorno in grande stile! Semiliberi è una scommessa di rigenerazione umana che propone a chi ha sbagliato l’opportunità di dimostrare a sé e agli altri che cambiare si può. VI aspettiamo tutti i sabati !! Seguiteci anche sulla nostra PAGINA FACEBOOK

CONCLUSO IL PROGETTO “CUCINA A COLORI”

12 aprile 2017
E’ appena terminato il laboratorio “CUCINA A COLORI” che ha visto un piccolo gruppo di ragazzi del Nessuno Escluso impegnato con piatti, taglieri e fornelli. Insegnanti sono stati 6 ragazzi dell’Istituto Motti che hanno affiancato i nostri nella preparazione di piatti semplici e gustosi in un progetto di alternanza scuola lavoro. I piatti realizzati sono stati COTTI E MANGIATI tutti insieme presso la cucina di CARITAS Reggio Emilia che ringraziamo per la collaborazione.