Servizi nati dall’ attenta programmazione del lavoro, dal confronto dei risultati ottenuti, dallo spirito di condivisione.

Servizi fortemente radicati nel territorio in cui si realizzano e che contribuiscono al benessere della collettività che vi abita.

Servizi nati dai bisogni diretti dei cittadini, progetti che la cooperativa porta avanti in tutti i settori di interesse.

0% di donne nel 2015
0% di posti di lavoro in più rispetto al 2014
0% lavoratori svantaggiati

IL LAVORO CHE CREIAMO OGNI GIORNO

In seguito alle recenti fusioni ed all’attivazione di nuovi settori di attività, il numero dei dipendenti della cooperativa è cresciuto progressivamente negli ultimi anni. Sono sempre più numerose le opportunità di lavoro offerte.

Leggi tutto

CHI SIAMO

La cooperativa di solidarietà sociale L’Ovile da sempre si pone come obiettivo primario la proposta di percorsi riabilitativi a persone in stato di bisogno o disagio attraverso l’accoglienza e l’inserimento lavorativo.

Leggi tutto
pulizie

News

IN COOPERATIVA SI COLTIVANO SOCI E CONSIGLIERI

13 marzo 2017
Il Consiglio di Amministrazione, in previsione del rinnovo del CDA che avrà luogo nel corso dell’assemblea di maggio, ha strutturato due percorsi formativi – informativi: – il primo (dal 16 marzo al 19 aprile) dal titolo “Verso il nuovo CdA”, partendo da una semplice riflessione sul profilo attuale de L’Ovile, ha l’obiettivo di stimolare la consapevolezza sul significato di essere Consigliere oggi e offrire stimoli a coloro che intendono candidarsi come Consiglieri per il triennio 2017/2020. Si sollecita pertanto la partecipazione anche di coloro che non hanno intenzione di candidarsi, per garantire una riflessione a più voci su bisogni e prospettive della cooperativa. – il secondo (dal 4 maggio al 15 giugno) dal titolo “Soci giovani, giovani soci” mira a creare le basi di conoscenze per consiglieri e soci, per aiutarli a vivere il proprio ruolo in modo consapevole e proficuo affinché possano contribuire alla crescita e allo sviluppo della cooperativa nel suo senso più profondo e ampio. Sono due opportunità che ci auguriamo possano essere accolte positivamente.

CANTIERE AVVIATO IN VIA GOBETTI

13 marzo 2017
Sono finalmente iniziati i lavori di ristrutturazione dell’edificio situato in via Gobetti a Reggio Emilia. La casa che L’Ovile ha acquistato anche grazie ai propri soci e al prestito sociale, sarà sede di una comunità alloggio. Via Gobetti è un edificio di due piani più mansarda con piccola area cortiliva che darà lo spazio e tutte le comodità per accogliere 10 ospiti (4 in più rispetto a un gruppo appartamento). Lo sforzo della Cooperativa in tale senso parte dal presupposto che la casa e la dimensione domestica rappresentano, per gli ospiti, il luogo privilegiato per sperimentare con gradualità i ritmi e le dinamiche del vivere quotidiano. Alla comunità alloggio verranno applicate le medesime procedure in atto a tutti i servizi della Salute Mentale, garantendo in questo modo il medesimo ed elevato standard qualitativo. Per L’Ovile offrire un servizio di qualità certificato significa strutturare per ogni accoglienza un Progetto Riabilitativo in cui sono formalizzati interventi e obiettivi, garantire una copertura h24 nella casa con 14 ore di compresenza diurna, disporre di uno psicologo che cura i percorsi psicoterapeutici, coordinare una equipe multiprofessionale che svolge regolarmente la supervisione clinica dei progetti.

CERTIFICATO FAMILY AUDIT EXECUTIVE

13 marzo 2017
Si è conclusa per L’Ovile la fase attuativa della certificazione. A seguito della visita del valutatore che ha avuto luogo a dicembre ci è stato assegnato il Certificato Family Audit Executive. A questo punto inizia per noi un nuovo ciclo della certificazione, sempre della durata di tre anni, con il quale ci siamo impegnati a mantenere il livello di conciliazione vita e lavoro raggiunto finora. Obiettivo del percorso iniziato con la sperimentazione nazionale è cercare di dare il più possibile risposta ai bisogni di conciliazione dei lavoratori mettendo in campo tutta una serie di azioni specifiche, calate sulla nostra realtà, anche attraverso l’individuazione di soluzioni organizzative innovative e l’attivazione di nuove convenzioni. Favorire la conciliazione è un vantaggio perché produce benessere e dove c’è benessere si lavora meglio.

RICERCA-AZIONE IN COOPERATIVA

13 marzo 2017
È stato recentemente pubblicato il volume “La cura educativa per il reinserimento sociale di detenuti in Esecuzione Penale Esterna” curato da Francesca Cavedoni e Laura Cerrocchi. La pubblicazione rappresenta la conclusione di un lavoro iniziato in Cooperativa nel 2012 nell’ambito di una tesi di ricerca sul post-Opg e del progetto “Spinner – Road of Patience” realizzati da Francesca Cavedoni. Grazie a queste due esperienze è stata realizzata, in collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia, un’ampia ricerca prima sul gruppo-appartamento Carlo Livi, poi all’interno del gruppo-appartamento “Casa don Dino Torreggiani” che ha permesso di fare il punto sugli strumenti educativi in uso. Da quel punto di partenza ha preso il via un’ulteriore approfondimento che ha generato una evoluzione, strutturazione e revisione del setting educativo (ovvero la struttura organizzata degli spazi, dei tempi, delle regole, e relazioni intercorrenti tra chi fornisce e chi utilizza una funzione socialmente utile). Il volume è strutturato in 3 parti: La prima fornisce un quadro teorico fornito da rinomati esperti in ambito filosofico, giuridico (con particolare riferimento a Caterina Pongiluppi) e pedagogico. La seconda approfondisce il quadro normativo, una rassegna delle ricerche internazionali, nazionali e regionali e dei progetti regionali sull’EPE (Esecuzione Penale Esterna). Approfondisce poi il tema delle strutture intermedie e/o gruppi appartamento per analizzare e revisionare il setting. La terza parte è focalizzata sulla realtà della Cooperativa L’Ovile, la sua storia e come è strutturato l’intervento sul campo. Restituisce quindi la ricerca-azione realizzata e funzionale tramite l’analisi e la messa punto del setting pedagogico che ritorna utile non solo alle realità di settore ma anche alla società in senso lato. Grazie a questo taglio pratico e innovativo la pubblicazione è inserita nella bibliografia di riferimento per gli studenti dei corsi universitari.

APPROVATO IL NUOVO ORGANIGRAMMA

13 marzo 2017
Tra le principali novità del nuovo organigramma la direzione quasi completamente rinnovata: il Direttore Generale Mariani, il Direttore delle Risorse Umane Beniamino Ferroni e il Direttore Amministrazione e Finanza Giorgio Borri. Tra i servizi invece Filippo Novelli è il nuovo Responsabile Lavorazioni Industriali mentre Marco Santarello è ora anche Responsabile del Socio-Occupazionale. Un nuovo servizio nato a seguito della fusione con la Coop Il Villaggio è la Manutenzione del Verde che si occupa di cura del verde pubblico e ornamentale in territorio montano e collinare. www.ovile.net/organigramma

SEI DI CORREGGIO? PARTECIPA A CORR.ENTE

13 marzo 2017
Prorogati i termini per presentare la propria candidatura a partecipare al progetto del Comune di Correggio che punta al risparmio energetico domestico. Il progetto, rivolto alle famiglie indigenti dell’Unione dei Comuni, è realizzato col contributo di Fondazione Manodori e promosso in collaborazione con Federconsumatori Reggio Emilia, Caritas Correggese, Ancescao Reggio Emilia, Centro Sociale 25 Aprile, Centro Sociale Espansione Sud, Coop. L’Ovile e ACER Reggio Emilia. La nuova scadenza per la presentazione della manifestazione di interesse è fissata alle ore 12:00 di Venerdì 31 marzo 2017. Il progetto ha caratteri di forte innovatività e coinvolge 25 famiglie – delle quali almeno 20 residenti nel Comune di Correggio. Per le famiglie coinvolte – la cui partecipazione è gratuita – il progetto prevede quattro passaggi: la diagnosi energetica delle proprie abitazioni, svolta in collaborazione con tecnici professionisti, il bilancio delle utenze, cioè una verifica delle abitudini famigliari, la rielaborazione del piano dei consumi con interventi mirati sulla dispersione e la messa in autonomia delle famiglie, vale a dire, a seguito di un periodo di monitoraggio, l’autonomia economica per quanto riguarda le spese energetiche dell’abitazione. Si tratta di una occasione importante per agire concretamente nella riduzione dei propri consumi e spese. Comune di Correggio