Un valore aggiunto: inserimento lavorativo e art.22

inserimento

Nel 2011 la Cooperativa L’Ovile ha colto l’opportunità di attivare con la Provincia la convenzione quadro ex art. 22 della legge regionale Emilia Romagna n.17/2005.
Questa permette di firmare un accordo tramite il quale l’azienda profit, soggetta all’obbligo di assunzione L.68, può scegliere di esternalizzare commesse pari al valore di un’assunzione, alla cooperativa sociale, la quale si impegna ad assumere persone “svantaggiate” in sostituzione all’impresa. È un’opportunità per la cooperativa, ma diventa un passaggio importante per l’impresa stessa, la quale crea un legame di interessi significativi sia con la cooperativa sociale sia con le persone svantaggiate coinvolte nel progetto.
Il percorso di “inserimento lavorativo certificato” ha inoltre creato la possibilità di sperimentarci in progetti personali con persone con diverse patologie e difficoltà, inserendole sempre in un contesto puramente lavorativo.

Referente: Ines Soliani isoliani@ovile.net

Numeri al 31 dicembre 2014

  • 4 persone seguono il percorso per tecnico dell’inserimento lavorativo;
  • 4 OIS attivi nei diversi settori;
  • 85 lavoratori svantaggiati;
  • 63,91% lavoratori svantaggiati (min. di legge 30%);
  • oltre 300 colloqui nel 2014;
  • 74 nuovi inserimenti attivati nel corso del 2014;
  • 9 convenzioni attivate (ex art. 22).

Pulizie

Il settore delle pulizie nasce dal desiderio e dall’esigenza della Cooperativa di creare occasioni di inserimento lavorativo “al femminile”, offrendo a donne in situazioni di disagio o di difficoltà occupazionale un’opportunità lavorativa anche part-time.
82% sono donne.

Laboratori

La maggioranza delle persone inserite in laboratorio sono svantaggiate certificate:

  • pazienti psichiatrici;
  • ex carcerati o in misura alternativa;
  • ex tossicodipendenti;
  • invalidi civili.

Le restanti sono persone in situazioni di disagio sociale: stranieri di etnie diverse con difficoltà di lingua, ragazze in percorsi di uscita dallo sfruttamento della prostituzione, persone con gravi difficoltà economiche e nomadi.

59,52% degli svantaggiati inseriti nel 2014.

Ambientale

52% dei lavoratori è svantaggiato.

0% di donne
0% di svantaggiati nel 2014
0% di lavoratori svantaggiati