News

FESTIVAL LIBRO D’ARTISTA 12-15 OTTOBRE 2017

12 ottobre 2017
Inaugura giovedì 12 ottobre alle ore 18 la quinta edizione di FARE LIBRI, Il Festival del Libro d’artista e della piccola edizione di Barcellona. Torna così a Reggio Emilia, alla Polveriera in via Terrachini 18, la mostra degli inediti internazionali del X Festival accompagnata da workshop, laboratori aperti, incontri e love-for-making-books. Il festival continuerà fino a domenica 15 con orario 10-22 e vedrà il coinvolgimento attivo dei ragazzi del Socio-Occupazionale di Rubiera e di Polveriera oltre ai bambini della scuola. In particolare segnaliamo venerdì alle ore 10 – BookMeeting “Face to face, book to book”. Incontro/laboratorio con gli autori de L’Ecocreativo (Rubiera) e i ragazzi della Scuola Media “Pertini” (Reggio Emilia), coordinati da Elena Sofia Paoli e Lorenza Franzoni. Si presentano i libri realizzati per il Festival “Il Giocalibro” e “Libro”; a seguire, laboratorio aperto di stampa manuale per un libro collettivo in stoffa. (fino alle 12.30) Nel pomeriggio di venerdì dalle 14.30 alle 17, prosegue il laboratorio aperto di stampa su stoffa (gomma e linoleum). Un lungo libro senza parole, tutto da inventare, tutto per giocare. Con Elena Sofia Paoli e gli autori de L’Ecocreativo. Il Festiva prosegue fino a domenica. Scopri quì il programma completo del Festival

L’OVILE AL XII CONGRESSO NAZIONALE DEL SIRP

10 ottobre 2017
Il 30 settembre, in occasione della tre giorni dal titolo “30 anni di RI-abilitazione e nuovi dialoghi”, Marco Santarello e Maurizio Gozzi hanno contribuito ai lavori con l’intervento “Percorsi di inclusione: abitare il territorio tra domicilio e servizi”. Punto di vista preferenziale messo a fuoco durante l’intervento è il pensiero, le relazioni, i bisogni, le provocazioni che L’Ovile ha raccolto nel cammino più che ventennale con le persone in disagio psichico hanno costruito un paradigma di cooperazione con gli altri soggetti del terzo settore e con il sistema dei servizi che ha reso la Cooperativa un interlocutore di approcci innovativi alla cura. Nell’ottica di un approccio che intende mettere concretamente al centro la persona, gli aspetti di abilitazione e riabilitazione individuale vengono considerati sempre insieme allo sviluppo delle relazioni utili all’inclusione sociale e alla costruzione di ponti tra sistema di cura e contesto di vita. La misurazione degli esiti è assunta come strumento importante per guidare lo sviluppo dei progetti e accreditare la qualità del servizio a favore delle persone. www.studio-ros.it/SIRP

DISTRIBUZIONE KIT PER LA RACCOLTA PORTA A PORTA

10 ottobre 2017
È iniziata alla fine di settembre la campagna informativa e di distribuzione dei KIT per la raccolta porta a porta dei rifiuti per conto di IREN, che vede impegnate anche 3 squadre L’Ovile/Ecosapiens. I nostri 6 operatori hanno il compito di distribuire le mastelle colorate per la raccolta differenziata e informare le famiglie sulla corretta suddivisione dei rifiuti e sulle modalità di ritiro e svuotamento dei contenitori. La campagna continuerà fino a metà di dicembre e toccherà diversi quartieri di Reggio Emilia.

NUOVI BENEFIT CON L’ERT

10 ottobre 2017
Il 25 agosto 2017 L’Ovile ha siglato il verbale di accordo con la quantificazione dell’ELEMENTO RETRIBUTIVO TERRITORIALE (ERT) relativo all’anno 2016 da erogare nel 2017, come definito dall’accordo integrativo provinciale per le Cooperative Sociali di Reggio Emilia del 24/01/2014. L’ERT verrà corrisposto al personale in forza al 25/08/2017 sulla base delle ore lavorate e retribuite nel 2016. L’accordo prevede la possibilità per il lavoratore, su base esclusivamente volontaria, di convertire la parte spettante di premio di risultato nei benefit di cui ai commi 2 e 3 dell’art. 51 del TUIR, sulla base degli strumenti di welfare messi a disposizione dalla Cooperativa. L’opzione di convertire il premio in welfare aziendale consente al lavoratore di avere parte dell’importo dell’ERT privo di ritenute fiscali e previdenziali e consente anche alla cooperativa di non versare la parte di ritenute fiscali e previdenziali a lei spettanti. Si genera pertanto un vantaggio sia per il lavoratore che per la cooperativa.

ECOPARCO: ARRIVERDERCI AL PROSSIMO ANNO

10 ottobre 2017
Concluse con la fine di settembre le iniziative culturali e ricreative all’Ecoparco di Vezzano sul Crostolo! I numeri ci raccontano di più di 50 attività fine settimanali gratuite per i visitatori del Parco, 60 classi scolastiche e centri estivi, per una stima di più di 10.000 visitatori nel periodo estivo. Naturalmente l’Ecoparco non chiude e l’autunno accoglierà visitatori che vorranno osservare daini e mufloni (è proprio adesso la stagione migliore per poterli osservare) e l’eccezionale varietà di colori che ottobre e novembre ci regalano. www.eco-parco.it FB: @ecoparcodivezzano

CONCLUSO IL PROGETTO EUROPEAN QUALITY OF PUBLIC POLICIES

10 ottobre 2017
Si è concluso a settembre il progetto European Quality of Public Policies col quale il Consorzio Oscar Romero ha portato a Reggio Emilia oltre 200 imprenditori sociali e amministratori polacchi nell’arco di un anno. Nei 4 giorni di permanenza a Reggio Emilia i 20 gruppi di partecipanti hanno preso parte a questa iniziativa di partenariato internazionale che ha legato sempre più profondamente il welfare reggiano nel suo complesso ad una realtà, come quella polacca, particolarmente interessata ad approfondire il lavoro delle cooperative sociali, alcuni tra i progetti pubblici di maggiore impatto e, soprattutto, le integrazioni che si sono realizzate in tanti ambiti tra questi soggetti. L’obiettivo è che le esperienze raccolte possano essere adattate nella creazione e attuazione di politiche pubbliche a livello locale in Polonia.

ZANZARA TIGRE, COME È ANDATA L’ESTATE

10 ottobre 2017
Ecosapiens ha partecipato ad un corso di formazione dell’ARPAE – Emilia Romagna per il monitoraggio della zanzara tigre e il contrasto alla sua diffusione. L’estate appena passata ha visto un aumento delle malattie virali trasmesse dalla puntura della zanzara, con un aumento della soglia di attenzione. Grazie ad un finanziamento ottenuto dalla rete dei Centri di Educazione alla Sostenibilità regionali, realizzeremo in una decina di classi della Provincia un progetto didattico pilota finalizzato alla presa di coscienza del problema da parte dei ragazzi e delle loro famiglie. www.ecosapiens.it www.zanzaratigreonline.it

CONVEGNO “DONNE E CARCERE: NORMATIVE ED ESPERIENZE A CONFRONTO”

19 settembre 2017
Venerdì 22 settembre 2017 Aula Convegni – Dipartimento di Giurisprudenza – Via S. Geminiano, 3 – Modena Ore 9.00 – Registrazione partecipanti e saluti istituzionali I sessione – Sistemi penitenziari femminili. Un confronto europeo ore   9.30  – Introduce e coordina: Luigi Foffani (Unimore) ore 10.00  – Laura Cesaris (Univ. di Pavia) – Il sistema penitenziario femminile in Italia. Uno sguardo d’insieme ore 10.30  – Paz Frances Lecumberri (Universidad Publica de Navarra) – L’evoluzione della politica penitenziaria femminile in Spagna ore 11.00  – Isabelle Mansuy (CEDU) – Il sistema penitenziario femminile in Francia ore 11.30  – Dilyana Angelova (Bulgarian Helsinki Committee) – La situazione penitenziaria femminile in Bulgaria ore 12.00  – Caterina Pongiluppi (Unimore) – Le detenute madri. La situazione normativa italiana ore 12.30  – Maria Carmen Navarro Villanueva (Universitat Autonoma de Barcelona) – Le detenute madri. La situazione normativa spagnola   13.30 – pausa pranzo   II sessione –  Linee criminologiche ed esperienze pratiche ore 14.30  – Introduce e coordina: Luigi Foffani (Unimore) ore 15.00  –  Chiara  Sgarbi (Unimore) – Le donne in carcere: uno sguardo criminologico ore 15.30 – Leonardo Lenzi (Univ. Cattolica Di Milano) – Un’esperienza di giustizia riparativa alla Casa di reclusione femminile di Venezia Giudecca ore 16.00 – Francesca Cavedoni (Coop. Sociale “L’Ovile” di Reggio Emilia) – La cura educativa per l’EPE. Esperienze di accoglienza femminile. ore 16.30 – Francesca Cancellaro (Osservatorio Antigone Emilia Romagna; Univ. Roma 3) – Il carcere femminile in Emilia Romagna   Conclusioni – Mauro Palma (Garante nazionale dei diritti delle persone detenute) La partecipazione al Convegno è gratuita. Il Convegno è in corso di accreditamento presso l’Ordine forense di Modena Segreteria scientifica: Caterina Pongiluppi, Paz Frances Lecumberri, Isabelle Mansuy E-mail: caterina.pongiluppi@unimore.it; mpau2005@yahoo.es; imansuy@gmail.com; Segreteria organizzativa: Gabriella Liberatori: gabriella.liberatori@unimore.it

L’OVILE APPRODA AL BIOLOGICO

13 settembre 2017
I primi mesi del 2017 hanno visto arrivare in Cooperativa le prime certificazioni del biologico legate ai terreni in uso. A maggio ha ottenuto il certificato il terreno situato a Sabbione adibito alla coltura di cereali e medica. A luglio invece è stato il vigneto di Quattro Castella ad essere certificato biologico e la vendemmia 2017 sarà la prima di uva bio che verrà conferita alla cantina di Puianello. Ancora in fase di conversione sono infine i terreni a vigneto e frutteto di Sabbione. È andata a buon fine la prima visita annuale ad agosto ma dovremo aspettare almeno fino al 2019 per ottenere il pieno riconoscimento.

RIAPRE K-LAB IN POLVERIERA

13 settembre 2017
Il 15 settembre alle ore 19 siete tutti invitati alla riapertura della Bottega in Polveriera, Il punto vendita K-Lab ricavato all’interno degli spazi del Centro Socio Occupazione Nessuno Escluso, via Terrachini 18 a Reggio Emilia. Con l’occasione aperitivo e DJ set fino alle 22. Per Soci e Lavoratori della Cooperativa sono previsti sconti super! Ritira la tua tessera sconto la sera stessa della riapertura. In alternativa puoi ritirarla nel negozio in via della Croce Bianca 1. Vi aspettiamo per una piacevole serata ! www.k-labdesign.it

BANDO IREN

13 settembre 2017
A inizio estate si sono chiusi i termini per la partecipazione al nuovo bando di IREN per la assegnazione di alcuni servizi ambientali. L’impegno richiesto al Consorzio Oscar Romero, che ha partecipato per conto delle proprie cooperative socie, è stato notevole a causa della complessità del bando e dei requisiti elevati. Ciononostante l’esito è stato positivo e i servizi già in gestione a noi sono stati riconfermati. In particolare dal primo settembre siamo ufficialmente operativi su: raccolta carrellata stradale di carta e cartone (nel 2016 ne abbiamo raccolte 6.789 tonnellate), spazzamento in aree urbane ed extraurbane (lo scorso anno abbiamo erogato questo servizio per 37.500 ore), presidio e custodia di centri di raccolta (ne gestiamo 16) e piccole raccolte. Il risultato è di grande importanza per noi poiché il servizio ambientale, che racchiude anche la raccolta di abiti usati e la differenziazione dei rifiuti presso i centri commerciali, garantisce occupazione al 40% dei lavoratori della Cooperativa e contribuisce per il 35% al fatturato totale. Le altre cooperative del Consorzio che condividono con noi i servizi di IREN sono La Vigna, Nuovo Raccolto e L’Elfo.

SEMINARIO “PENSARE L’INCLUSIONE”

13 settembre 2017
Il 26 settembre, in occasione della XII Settimana della Salute Mentale, si terrà in Polveriera, via Terrachini 18, un seminario dal titolo “Pensare l’inclusione. Strategie e prospettive di recovery nel territorio di Reggio Emilia”. Nel corso della mattinata, che vede i contributi di Valerio Maramotti, Marco Santarello, Francesca Raisi e Maurizio Gozzi de L’Ovile si parlerà di inclusione, integrazione, recovery e coinvolgimento di utenti nella comunità. “Gli strumenti concreti attraverso i quali è possibile la riabilitazione psichiatrica secondo la recovery coincidono con gli aspetti determinanti dell’inclusione sociale: lavoro e vita indipendente.” Per saperne di più sull’argomento leggi l’articolo. Calendario di eventi organizzati per la Settimana della Salute Mentale (PDF) Locandina del seminario

SETTEMBRE ARIA DI FIERA

13 settembre 2017
Anche quest’anno saremo a Guastalla in occasione della Fiera Piante e Animali Perduti che si terrà il 23 e 24 settembre. Lo stand proporrà come sempre i prodotti di Economia Solidale (passata, marmellate, vino, ecc) ma anche i freschi del progetto Semiliberi quindi zucche a volontà. Con noi porteremo in fiera che le belle Capre Camosciate e Pecore Cornelle, le nostre razze antiche. Domenica 24 saremo anche all’altro capo della provincia, alla Fiera di San Michele di Castelnovo Monti, la fiera agricola e artigianale ricca di mostre, stand con prodotti tipici e tanto altro ancora. Noi come di consueto porteremo i nostri prodotti agricoli e un corner dedicato al progetto “Parco del Mondo”.

CASA DON DINO CAMBIA CASA

13 settembre 2017
Il 25 agosto abbiamo inaugurato la nuova struttura che accoglie il gruppo-appartamento “Casa Don Dino Torreggiani“. Alla festa hanno partecipato, oltre all’équipe e gli ospiti, anche numerosi amici, colleghi e alcuni rappresentanti del Centro Salute Mentale di AUSL e dei Servizi Sociali del Comune di Reggio Emilia. Un sentito ringraziamento va ad Alberto, Ambra, Sara, Arianna e Francesca dell’équipe per l’allestimento degli spazi e per la progettazione educativa individuale e di comunità che caratterizza il quotidiano. Un grazie anche all’Associazione Cibo e Gioia che, già nostro partner di un progetto, ci ha aiutato nella preparazione e allestimento del prelibato buffet. La nuova sistemazione, una villetta indipendente su due piani posizionata vicino al centro città, fornisce maggiori opportunità al gruppo-appartamento. La collocazione garantisce infatti rapido accesso a tutti i servizi del centro mentre il cortiletto darà l’opportunità di realizzare attività all’aria aperta. Gli ospiti si stanno già adoperando per realizzare un orto.

RINNOVATO IL RATING DI LEGALITÀ

13 settembre 2017
Lo scorso luglio la Cooperativa ha ottenuto il rinnovo delle tre stellette del rating di legalità, lo strumento per le imprese italiane volto alla promozione e all’introduzione di principi di comportamento etico in ambito aziendale. Prevede l’assegnazione di un giudizio sul rispetto della legalità da parte delle imprese che ne abbiano fatto richiesta e, più in generale, sul grado di attenzione riposto nella corretta gestione del proprio business. Ad oggi sono 60 le aziende della provincia di Reggio Emilia a cui è stato attribuito un rating, tra queste L’Ovile è una delle due aziende che hanno ottenuto il punteggio massimo. In Italia sono oltre 4000 le aziende che hanno ottenuto il rating ma solo 219 hanno ricevuto le tre stellette.

L’ESTATE STA FINENDO

13 settembre 2017
Il freddo di questi giorni ci annuncia che l’estate è ormai finita. E con l’estate finiscono anche i centri estivi che organizziamo e gestiamo a marchio Ecosapiens. Dei tre centri estivi attivati facciamo un breve resoconto: Naturavventura a San Bartolomeo – Reggio ha registrato 100 presenze in 5 turni settimanali; Estate in Fattoria che si è svolto per 4 settimane presso l’Agriturismo La Falda di Campogalliano ha segnato 87 presenze di bambini dai 3 ai 6 anni. Infine l’ormai storico Centro Estivo Biodiversità all’Oasi di Marmirolo che ha visto 220 iscrizioni in 10 settimane. È proprio in questa bella location che durante il centro estivo abbiamo organizzato una “notte in tenda”, esperienza di immersione totale nella natura a due passi dalla città. Sempre a Marmirolo inoltre i ragazzi hanno contribuito al Progetto Connessioni Rurali del Comune di Reggio Emilia, col quale sono stati individuati percorsi rurali sicuri come sentieri e carraie nei campi al fine di potenziare e connettere le reti degli itinerari ciclabili e dei percorsi pedonali.

RICHIEDENTI ASILO, ALL’APPELLO MANCANO PIU’ DI 700 POSTI

13 luglio 2017
La partecipazione al bando della Prefettura per l’accoglienza richiedenti asilo ha dato esito positivo. La nostra offerta è stata accolta quindi il servizio è confermato fino a dicembre 2017 con possibilità di prosecuzione fino al 2018. L’ATI (associazione temporanea di impresa) di cui fanno parte L’Ovile, capofila, e le cooperative sociali Madre Teresa, Coress e La Vigna, attualmente accoglie circa 200 persone in appartamenti in affitto da privati in tutta la provincia, ma il numero di posti per i quali si è aggiudicata è di 440 di cui a L’Ovile circa 350. La seconda ATI aggiudicataria, con capofila Dimora D’Abramo, ha ottenuto 1148 posti. Nel complesso quindi il fabbisogno provinciale richiesto dalla prefettura per la copertura di 2300 posti ad oggi non è assolto. E per le restanti 751 persone che arriveranno? La prefettura ha già pubblicato un nuovo bando con scadenza 11 luglio a copertura dei 751 posti. Lo scorso anno la gestione dei richiedenti asilo ha costituito per L’Ovile meno del 10% del fatturato, 859mila euro. Quest’anno aumenterà, ma il Cda ha deciso che resti comunque sotto il 20%. Anche perché l’impegno richiesto è veramente molto alto e non può essere improvvisato, è difficile fare accoglienza, trovare appartamenti, metterci mediatori ed educatori. Per questo il nostro appello a chiunque di segnalare appartamenti in provincia, esclusa Reggio città.

AL CAMPUS SAN LAZZARO UNA PALESTRA SOTTO IL CIELO

13 luglio 2017
E’ fissata per giovedì 13 luglio 2017 alle 18.00 a Luoghi di Prevenzione a Reggio Emilia l’inaugurazione della nuova area attrezzata per fare attività motoria. L’allestimento realizzato al Campus San Lazzaro comprende un percorso di 1,5 km nell’area pedonalizzata del parco, accessibile anche a persone non vedenti, e tre isole che dispongono di attrezzature per l’allenamento individuale, ciascuna delle quali con attrezzature sportive miste, quelle per rafforzare la muscolatura, quelle per la ginnastica dolce e quelle idonee a persone con disabilità. Una vera e propria palestra all’aperto per promuovere l‘attività fisica e la socializzazione, accessibile a tutti: bambini, giovani, adulti, anziani, persone con disabilità e non vedenti. Da luglio il parco e le sue attrezzature saranno già a disposizione dalla cittadinanza; inoltre, due volte a settimana – il martedì e giovedì – si terranno attività sportive di gruppo, gratuite e aperte a tutti. L’inaugurazione All’inaugurazione, aperta alla cittadinanza, saranno presenti: Adriana Giannini Responsabile Servizio di Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica Regione Emilia-Romagna Giammaria Manghi Presidente della Provincia di Reggio Emilia Luca Vecchi Sindaco di Reggio Emilia Raffaella Curioni Assessora a educazione e conoscenza, Comune di Reggio Emilia Annalisa Rabitti Presidente FCR, Responsabile progetto “Reggio Emilia Città senza barriere” Riccardo Ferretti Pro Rettore Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – Sede di Reggio Emilia Fausto Nicolini Direttore generale Azienda USL di Reggio Emilia – IRCCS I partecipanti al progetto “Palestra sotto il cielo” è il frutto di una progettazione partecipata. Gli importanti e innovativi contributi che hanno reso possibile la realizzazione della palestra sotto il cielo sono stati forniti da tutti i partecipanti al progetto, in particolare: CRIBA: consulenza di esperti in fruibilità dei luoghi e contributi alla progettazione della palestra, con particolare attenzione alla sua accessibilità da parte dei disabili; UISP, CSI, CONI: consulenza di esperti e contributi inerenti lo svolgimento di una corretta attività motoria; supporto al corretto utilizzo delle attrezzature da parte dei cittadini attraverso la presenza nel parco di laureati in scienze motorie; FCR-Città Senza Barriere: contatti con associazioni di disabili e cooperative sociali ed esperti di vari settori per rendere il parco inclusivo e accessibile a tutti; Istituto Tecnico Secchi: partecipazione attraverso il progetto scuola-lavoro alla progettazione del percorso e delle aree attrezzate con produzione di planimetria; Liceo Artistico Chierici: partecipazione attraverso il progetto scuola-lavoro alla progettazione della nuova cartellonistica del parco inerente la palestra con produzione di “bozzetti”; Cooperativa L’Ovile: coinvolgimento dei detenuti attraverso il progetto “semiliberi”, che prevede il reinserimento sociale dal carcere, nella realizzazione del percorso sensoriale per i non vedenti e nella manutenzione del verde delle tre aree attrezzate; Centro Sociale Venezia: suggerimenti sulla progettazione del parco e sulle attrezzature per un migliore utilizzo da parte della cittadinanza; disponibilità a collaborare alla manutenzione del verde delle tre aree attrezzate; Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze: suggerimenti sulla progettazione del parco e sulle attrezzature, con proposte anche per il futuro inerenti, in particolare, l’utilizzo degli spazi da parte dei giovani; Luoghi di Prevenzione: consulenza di esperti nell’approccio motivazionale per collegare

EDUCATE, SECONDO APPUNTAMENTO IN ROMANIA

13 luglio 2017
Dal 19 al 23 giugno 2017 una delegazione de L’Ovile ha partecipato al secondo appuntamento di formazione previsto nell’ambito del progetto europeo “Educate. Educators for Inclusive and Effective Reintegration of Inmate”, di cui la cooperativa è capofila. La formazione, organizzata dal Penitenziario di Bistrita (Romania), ha consentito ai partecipanti di approfondire il tema della rete per il reinserimento sociale dei detenuti, coinvolgendo lo staff del carcere e stakeholder importanti sul territorio. Psicologi, educatori ed agenti hanno presentato la Strategia Nazionale per il Reinserimento Sociale dei Detenuti e, attraverso una visita alla struttura penitenziaria, hanno illustrato le diverse attività in essere all’interno del carcere. Diverse, poi, le esperienze locali presentate nel corso della settimana: una visita al Centro per il Reinserimento Sociale ONISIM, che offre accoglienza e opportunità lavorative a ex-detenuti, ha permesso di conoscere il percorso di diversi detenuti una volta usciti dal carcere; la prof.ssa Camelia TOMA, dell’associazione teatrale Anonimous, ha introdotto lo spettacolo teatrale di un gruppo di detenuti, tenutosi presso la Sinagoga, di fronte ad un pubblico numeroso ed emozionato; la prof.ssa Sorina POLEDNA, dell’Università Babeș-Bolyai di Cluj – Napoca ha analizzato, dal punto di vista teorico, diversi modelli di intervento per il reinserimento del detenuto, valutando gli impatti sul fronte della riduzione della recidiva. Una visita al Museo delle Vittime del Comunismo e della Resistenza e alla Fondazione Inocenti hanno offerto ai partecipanti elementi sul contesto sociale e culturale rumeno in cui oggi si strutturano percorsi di reinserimento sociale dei detenuti, con particolare attenzione alla popolazione Rom, fortemente presente in Romania. Una sessione in gruppi di lavoro ha consentito di sistematizzare alcune riflessioni emerse nel corso della settimana in merito a network sostenibili tra prigione e comunità. Il progetto “Educate”, finanziato dal programma Erasmus +, ha l’obiettivo di favorire lo scambio di buone pratiche tra le 5 organizzazioni coinvolte, provenienti da Italia, Romania, Spagna, Grecia e Portogallo. La terza ed ultima sessione formativa è prevista per ottobre 2017 in Spagna. visita il sito: www.educateproject.eu pagina facebook: Educate – Educators for Inclusive and Effective Reintegration of Inmate

SERVIZIO CIVILE IN PROGRESS / PARTE 2

13 luglio 2017
Di seguito la descrizione di come procede il lavoro per le nostre civiliste. Arianna, occupata nell’appartamento “Don Dino Torreggiani”, sta svolgendo un percorso di fotografia articolato in incontri settimanali con una fotografa volontaria, che insegna agli ospiti l’uso della macchina fotografica. Agli appuntamenti presso l’appartamento seguono uscite sul territorio, che permettono di mettere in pratica la teoria appresa. Il progetto è stato accolto da tutti in modo molto positivo sin dall’inizio. Tutti vivono gli incontri come momenti di svago e socializzazione. Chiara, nell’appartamento “Giorgio Iori” di Campagnola, prosegue il volontariato presso il canile di Castelnuovo di Sotto, attività nata in passato e che porta avanti insieme ad un’ospite molto interessato, impegnato in attività di cura degli animali e degli spazi della struttura. Altri ospiti dell’appartamento partecipano a serate organizzate da Arte Migrante, un’iniziativa spontanea di cittadini che si riuniscono per condividere l’arte nelle sue diverse forme. Questa proposta ha molto incuriosito i ragazzi. PARTE 1

ELEZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

12 giugno 2017
In occasione dell’ultima assemblea di maggio hanno avuto luogo le elezioni del Nuovo CdA della Cooperativa. Gli eletti sono Valerio Maramotti – Presidente, Patrizia Bonacini – Vicepresidente, Elisa Cocchi, Gemma Espinet Ribert, Simone Lusuardi, Emanuele Mussini, Alessandro Zanetti – Segretario. Il nuovo CdA, in questo primo mese di mandato, ha confermato il gruppo direttivo composto da Mariani, Ferroni e Borri e ha dato inizio ai lavori per la definizione delle linee strategiche per il triennio. Ringrazio a titolo personale e a nome di tutta la Cooperativa coloro che hanno servito L’Ovile ricoprendo il ruolo di consigliere nell’ultimo mandato, un grazie particolare al segretario uscente Marco Santarello e ad Ines Soliani che ha ricoperto il ruolo di vice presidente negli ultimi sei anni con grande impegno e spirito di servizio. Come ai consiglieri eletti anche a loro va il nostro augurio di buon lavoro! Valerio Maramotti

AD ACCUMULI SI CONCLUDE IL PROGETTO AMATRICIANA

12 giugno 2017
Nei giorni scorsi Gianluca Fontana e Pietro Beltrami, delegati della Cooperativa, si sono recati in provincia di Rieti, dalla Cooperativa Velinia, per consegnare i fondi raccolti tramite il progetto Amatriciana. Velinia è una cooperativa di castanicoltori attiva da diversi anni in provincia di Rieti, con sede è Borgo Velino. La Coop Velinia, già dai primi giorni dopo il sisma che ha colpito il centro Italia il 24  agosto 2016. Il tempo sembra essersi fermato a quei tragici momenti, e tanto ne servirà ancora prima di poter tornare alla “normalità”. La Coop. Velinia ha scelto di destinare i 3.458,50 euro da noi raccolti a un’azienda agricola a conduzione familiare situata ad Accumuli. Gianluca e Pietro hanno incontrato Gabriele. Lui e la sua famiglia hanno perso la casa e la stalla delle vacche da latte, loro fonte di sostentamento. Sono stati costretti a vendere i capi, non sapendo come fare a gestire l’allevamento in un territorio dove durante l’inverno arrivano anche due metri di neve. Grazie a Velinia e a L’Ovile Gabriele potrà ripartire. www.coopvelinia.com/index.php

BILANCIO 2016: LAVORO IN CRESCITA DEL 18,8%. OCCUPATI A QUOTA 286

12 giugno 2017
Nel corso dell’assemblea del 12 maggio i soci hanno approvato il bilancio 2016. È stato inoltre presentato il bilancio sociale relativo al 2016. Di spicco è il dato che fissa a 286 il numero degli occupati in Cooperativa al 31/12. Il bilancio 2016 evidenzia così un aumento del 18,8% sul versante dell’occupazione, cui corrisponde anche un sensibile aumento del fatturato, che si è portato da 8 a 9,78 milioni. Sulla crescita ha inciso la fusione con la cooperativa sociale “Il Villaggio” (oltre 900.000 euro di fatturato) avvenuta nell’estate scorsa, ma soprattutto quella ulteriore diversificazione delle attività che ha consentito di ampliare ulteriormente il numero dei soggetti svantaggiati inseriti in attività produttive e di servizio, che oggi rappresentano il 45% dei lavoratori rispetto al 40% del 2015. Nel corso dell’anno sono stati attivati 177 tirocini formativi e 8 corsi di formazione che hanno consentito ad una trentina di persone di trovare occupazione in altre imprese del nostro territorio. Il numero di soci ha invece raggiunto quota 295, con un’incidenza del 37% dei soci-lavoratori svantaggiati. Dati che premiano il lavoro svolto e l’impegno dedicato a rafforzare le collaborazioni con realtà pubbliche, con imprese profit dell’industria e dei servizi (alle cui commesse si lega il 67% del fatturato) e col mondo del no profit, cui si associa il lancio di nuovi progetti. Per la parte B della Cooperativa, in cui si realizza la migliore combinazione tra capacità competitiva e possibilità di inclusione lavorativa a favore di persone segnate da fragilità e più esposte al rischio di emarginazione, spicca il segmento dei servizi di igiene ambientale, che per L’Ovile rappresenta il 35% del fatturato (quota attestata al 32,5% nel 2015) e, soprattutto, impegna il 40% dei dipendenti. Quasi il 22% dei lavoratori de L’Ovile (con un’incidenza del 53,2% di svantaggiati sul totale del servizio) è poi stato impegnato nel campo delle pulizie (11% del fatturato); il 13,64% nelle lavorazioni industriali (dove la percentuale di svantaggiati su totale del servizio sale al 64,10% e l’incidenza sul fatturato è del 10%). In campo assistenziale (27% l’incidenza sul volume d’affari), L’Ovile ha realizzato l’accoglienza di 50 persone in 7 strutture dedicate alle persone in riabilitazione psico-sociale o in misure alternative alla detenzione, ha accolto 56 persone nei propri centri socio-occupazionali, ha assicurato 985 accessi all’Ufficio stranieri nel distretto di Castelnovo ne’ Monti e ha assistito 124 persone che si sono rivolte al Centro di mediazione sociale e dei conflitti aperto nel comune capoluogo. Completano il quadro delle attività della Cooperativa i percorsi di educazione alla sostenibilità a marchio Ecosapiens, l’economia solidale, il commercio al dettaglio (Edicola dell’Ospedale) e la ristorazione, attività definitivamente chiusa a metà 2016.

SERVIZIO CIVILE IN PROGRESS

12 giugno 2017
Mentre il nuovo bando per il servizio civile è aperto le ragazze che hanno iniziato a settembre continuano con il loro prezioso lavoro nel progetto “Nuove risorse per il territorio”. Di seguito qualche dettaglio del lavoro di tre delle 5 volontarie. Nuccia e Alejandra che sono occupate al centro socio occupazionale “Nessuno Escluso”, dopo un’iniziale fase di osservazione, ora stanno sviluppando la raccolta di materiale e ricerche sul territorio con un gruppo ospiti. Le volontarie insieme ai ragazzi hanno scelto di sviluppare il loro progetto sulla Polveriera. Essendo quest’ultimo un luogo molto significativo dal punto di vista culturale, hanno scelto di approfondirne la conoscenza, contattando diverse realtà come, ad esempio, Anpi (Associazione Nazionale Partigiani Italiani), Istoreco (Istituto per la Storia della Resistenza e della Società contemporanea in provincia di Reggio Emilia) e, infine, intervisteranno architetto e presidente del progetto di riqualificazione sulla Polveriera. La loro proposta è stata accolta con molto entusiasmo e interesse dagli ospiti. Siham, occupata presso l’appartamento Carlo Livi, dal 21 marzo al 25 aprile ha organizzato per gli ospiti la partecipazione all’iniziativa “Pulizie di Primavera”, in collaborazione con Legambiente. L’attività si è sviluppata in 6 incontri di raccolta di rifiuti in 6 differenti parchi del territorio, insieme ad altri volontari e ai cittadini. E’ stata inizialmente dura coinvolgere gli ospiti, ma alla fine la loro presenza è stata abbastanza continuativa. Uno di loro, in particolare, ha avuto l’occasione di valorizzare uno dei suoi aspetti migliori: l’essere attivo e rendersi utile. Oltre all’iniziativa i ragazzi sono stati coinvolti nelle serate di Arte Migrante, che si tengono presso il Centro d’Incontro a Reggio Est, dove tutti i cittadini interessati, dopo una cena condivisa, si possono esibire in qualche performance a loro scelta.

L’INCLUSIONE IN SALUTE MENTALE PASSA DAL BUDGET DI SALUTE

9 giugno 2017
Il 24 Maggio, a Parma, Marco Santarello, responsabile del Servizio Salute Mentale, ha partecipato al seminario dal titolo “COPROGETTAZIONE / INNOVAZIONE / INCLUSIONE DELLA PERSONA” organizzato dall’AUSL di Parma. L’evento ha riunito i principali protagonisti in tema di salute mentale delle province di Modena, Reggio, Parma e Piacenza per favorire lo scambio di buone prassi tra i diversi distretti. In particolare sono stati condivisi esempi di eccellenze su innovazione e metodologie inclusive dando modo ai partecipanti di aggiornarsi sullo stato di attuazione del Budget di Salute (BdS). Il Budget di Salute (BdS) costituisce uno strumento integrato socio-sanitario a sostegno del progetto terapeutico riabilitativo personalizzato di persone affette da disturbi mentali gravi, costituito da risorse individuali, familiari, sociali e sanitarie al fine di migliorare la salute, nell’ottica della recovery (possibile guarigione), il benessere, il funzionamento psico-sociale, l’inclusione della persona e la sua partecipazione attiva alla comunità mediante l’attivazione di percorsi evolutivi. Il BdS è uno strumento di assistenza territoriale, attivabile da parte dei Dipartimenti salute mentale e dipendenze patologiche (DSM-DP) in collaborazione con i Servizi Sociali, in alternativa, o in superamento dell’assistenza residenziale, quando il trattamento residenziale non è la risposta di assistenza appropriata ai bisogni della persona, o quando tale trattamento si è concluso. Viene attivato inoltre per sostenere e consolidare i progetti di domiciliarità a supporto anche del lavoro di cura delle famiglie attraverso interventi relativi all’abitare supportato e di integrazione nel contesto produttivo e/o sociale. Esso tende a contrastare e, se possibile, a prevenire la cronicizzazione istituzionale o familiare, l’isolamento e lo stigma della persona con disturbi mentali. Il BdS si prefigura come un nuovo modo di pensare il welfare, che passa da un modello prevalentemente erogativo ad un modello partecipato in una logica di RETE. Si realizza in questo modo una integrazione fra prestazioni sanitarie e determinanti sociali di salute i quali, come è noto, incidono fortemente sulla salute dei cittadini. A Reggio Emilia il BdS vede la sua applicazione all’interno del bando per il sostegno all’abitare aggiudicato dal Consorzio Romero e attuato tramite il gruppo cooperativo Articolo 4 di cui fanno parte le cooperative Anemos, Coress e L’Ovile.